Scarica

Aggiornato In Data: 06/10/2021 Dal Peso Di 142 | 140 | 138 Megabytes
Presente Su NAMP: 19/05/2012
Freeware / Software Libero AL v2
Archivio Release
Suite Ufficio – Portatili / Pen Drive

Descrizione

Apache OpenOffice, (in precedenza OpenOffice.org, abbreviato in OOo) è un software di produttività personale sviluppato da Apache Software Foundation che dal giugno 2011 ne detiene la proprietà, con copyright e licenza AL2. Dopo l’acquisizione di Sun Microsystems nel 2010, Oracle Corporation il 15 aprile 2011 cessa di sostenerne lo sviluppo commerciale e il 1 giugno 2011 dona la suite a Apache Software Foundation, il quale viene inserito il successivo 13 giugno in Apache Incubator. Il suffisso “.org” è stato aggiunto dopo una disputa sul marchio con una società olandese, con richiesta che il progetto adotti formalmente OpenOffice.org come suo nome ufficiale. Tuttavia, comunemente ci si riferisce alla suite senza usare il suffisso.

Il progetto ha come obiettivo quello di fornire a tutti gli utenti un prodotto libero che possa competere con i prodotti commerciali attualmente dominanti in questo settore. Ha la caratteristica di essere parzialmente compatibile con i formati di file di Microsoft Office, ma dispone anche di formati nativi basati su XML che utilizzano un algoritmo di compressione (si tratta dell’LZW, lo stesso dei file “ZIP“). Sono supportate ufficialmente versioni per Linux (la suite è compresa in molte distribuzioni), Microsoft Windows, Solaris e Mac OS X (la versione 2.x su Mac OS richiede l’uso di X11), ma è possibile installarlo anche su altri sistemi operativi.

È disponibile in circa 40 versioni linguistiche ufficiali.

L’ultima versione rilasciata include:

-» Writer (word processor e editor HTML WYSIWYG)
-» Calc (foglio di calcolo)
-» Draw (programma di grafica vettoriale)
-» Impress (programma per creare presentazioni)
-» Math (editor di formule matematiche)
-» Base (database)
-» Registrazione di Macro
-» Esportazione ed importazione nei formati PDF, Adobe Flash, DocBook XML, Microsoft Office, SVG
-» Gestione nativa del formato ODF.

(Informazioni Prelevate Dal Sito Web Ufficiale)

Udine Risparmia 360.000 Euro


02/04/2015 – Un’altra città italiana annuncia l’abbandono di Microsoft Windows per l’Open Source. Se c’è una cosa che ossessiona le organizzazioni governative locali in piena recessione in Italia, è il taglio della spesa pubblica. L’elenco di città italiane cresce a dismisura. Udine è una città di 100.000 persone nel nord-est Italia. Il comune ha annunciato che entro la fine del 2014 si avvia un processo che, negli anni a venire, rendono OpenOffice la suite di produttività personale predefinita in ognuno dei suoi 900 computer.

La mossa, dice la città, permette di risparmiare circa 400 € sul costo delle licenze del software per ogni macchina, un totale di €360.000. La migrazione inizia con 80 nuovi computer che, secondo il documento di bilancio 2014, deve essere acquistato entro dicembre. La migrazione continuerà con i vecchi PC in possesso e con installato Microsoft Office che sarà gradualmente eliminato, sostituito con nuovi, quelli con OpenOffice. È tuttavia importante, risparmiare qualche buona lungo la strada non è l’unico obiettivo — software regolari aggiornamenti essendo uno altro.

“Alcuni dei nostri PC hanno installato il software Microsoft Office 2000, piuttosto vecchio se si considera che non è più supportato”

– Gabriele Giacomini, assessore all’innovazione e sviluppo economico per il comune di Udine.

“Con il passaggio a open source, avremo la possibilità di lasciare i nostri dipendenti a lavorare con l’ultima versione della suite”.

Nel frattempo, Udine potrebbe prestare particolare attenzione a quello che succederà nella città di Torino che ha appena annunciato il suo piano di abbandonare Microsoft Windows XP per Ubuntu.

Ma nell’Italia contemporanea, non mancano esempi per trarre lezioni, come nei mesi scorsi che molte altre organizzazioni governative locale hanno detto addio a Microsoft in favorire del Software Libero.

Tra loro ci sono la provincia autonoma dell’Alto Adige, le province di Perugia e Terni oltre alla regione dell’Umbria.

Fonte tradotto contenuto on-line ( http://www.zdnet.com/ )

Software Libero

Cos’è Il Software Libero?

Il “Software Libero” è una questione di libertà, non di prezzo. Per capire il concetto, bisognerebbe pensare alla “libertà di parola” e non alla “birra gratis“. Il termine “free” in inglese significa sia gratuito che libero. L’espressione “Software Libero” si riferisce alla libertà dell’utente di eseguire, copiare, distribuire, studiare, cambiare e migliorare il software. Più precisamente, esso si riferisce a quattro tipi di libertà per gli utenti del software:

-» Libertà di eseguire il programma, per qualsiasi scopo (libertà 0).
-» Libertà di studiare come funziona il programma e adattarlo alle proprie necessità (libertà 1). L’accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.
-» Libertà di ridistribuire copie in modo da aiutare il prossimo (libertà 2).
-» Libertà di migliorare il programma e distribuirne pubblicamente i miglioramenti, in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio (libertà 3). L’accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.

Quando si sente parlare di “software libero” (free software), la prima cosa che viene in mente è “gratis“. Per quanto questo sia vero nella maggior parte dei casi, il termine “free software” utilizzato dalla Free Software Foundation (creatori del progetto GNU e della licenza pubblica generale GNU [GNU General Public Licence, GNU GPL]) è da intendere nel senso di “libero” in quanto “in libertà” (“free as in freedom“= libero come in libertà), piuttosto che nel senso “senza costi” (che in genere si riferisca a “free as a free beer“= gratis come una birra gratuita). Il free software in questo senso è quel software che puoi usare, copiare, modificare, ridistribuire senza limiti. Questo contrasta con la licenza di molti software commericiali, dove ti è permesso installare il software su un solo computer, non ti è permesso di copiarlo, e mai vedrai il codice sorgente (source code). Il free software permette incredibili libertà all’utente finale (end user); inoltre, dato che il codice sorgente è disponibile a tutti, c’è molta più possibilità di trovare e correggere eventuali bug.

Quando un programma è rilasciato sotto la licenza GNU General Public Licence (the GPL):

-» si ha il diritto di utilizzare il programma per qualsiasi scopo;
-» si ha il diritto di modificare il programma e avere accesso ai sorgenti;
-» si ha il diritto di copiare e modificare il programma;
-» si ha il diritto di migliorare il programma, e rilasciare la propria versione.

In cambio di questi diritti, si ha qualche responsabilità rilasciando un programma su GPL, responsabilità studiate per proteggere la tua libertà e quella degli altri:

-» Devi distribuire la licenza GPL insieme al programma, in modo che l’utilizzatore sia a conoscenza dei suoi diritti garantiti dalla licenza.
-» Devi distribuire anche il codice sorgente, o fare in modo che sia liberamente accessibile.
-» Se modifichi il codice e rilasci la tua versione del programma, devi rilasciarla sotto GPL e fare in modo che il codice modificato sia liberamente accessibile (non è possibile utilizzare codice GPL in programmi proprietari).
-» Non puoi restringere la licenza del programma entro i termini della GPL (non puoi trasformare un programma GPL in uno proprietario, in altre parole non puoi limitare i diritti garantiti dalla licenza).

AppData

Che cos’è La Cartella AppData?

La cartella AppData contiene le impostazioni, i file e i dati specifici per le app nel PC. La cartella è nascosta per impostazione predefinita in Esplora file e include tre sottocartelle nascoste: Local, LocalLow e Roaming.

Roaming. Questa cartella ( %appdata% ) contiene dati che possono essere spostati con il tuo profilo utente da un PC a un altro, come in un ambiente con domini, perché questi dati supportano la sincronizzazione con un server. Se accedi a un PC diverso in un dominio, ad esempio, i Preferiti o i segnalibri del Web browser saranno disponibili.

Local. Questa cartella ( %localappdata% ) contiene dati che non possono essere spostati con il tuo profilo utente. Questi dati sono di solito specifici di un PC o troppo grandi per eseguirne la sincronizzazione con un server. I Web browser, ad esempio, archiviano in genere i file temporanei in questa cartella.

LocalLow. Questa cartella ( %appdata%/…/locallow ) contiene dati che non possono essere spostati, ma offre anche un livello di accesso inferiore. Se esegui un Web browser in modalità protetta o provvisoria, ad esempio, l’app sarà in grado di accedere ai dati solo dalla cartella LocalLow.

Sono le app stesse a scegliere se salvare nelle cartelle Local, LocalLow o Roaming. La maggior parte delle app desktop usa la cartella Roaming per impostazione predefinita, mentre la maggior parte delle app di Windows Store usa la cartella Local per impostazione predefinita.

Avviso

Sconsigliamo di spostare, eliminare o modificare file o cartelle all’interno della cartella AppData. Questo tipo di interventi potrebbe compromettere le prestazioni di esecuzione delle app oppure impedirne del tutto l’esecuzione.

(Che cos’è la cartella AppData? Informazioni Prelevate Dal Sito Ufficiale Microsoft)

Applicazioni Setup E Soprattutto Portable.

C:\Users\Nome Utente PC\AppData\Roaming

Dove leggi “Nome Utente PC” inserisci il nome utente che utilizzi sul tuo computer. ALBERCLAUS è nome utente utilizzato nel mio PC.

Se il nome utente sul tuo computer è NiCo, ad esempio, allora il tuo percorso è il seguente: C:\Users\NiCo\AppData\Roaming

Per aprire la cartella “AppData“:

1) Clicca sopra il pulsante Start in basso a sinistra nella barra di Windows.

2) Digita (o copia inserendo il tuo nome utente) in “Cerca programmi e file“: C:\Users\Nome Utente PC\AppData\Roaming oppure copia ed incolla questo: %appdata%

3) Clicca sopra il tasto “Invio” dalla tastiera.

4) Clicca con il puntatore del mouse sopra la cartella Roaming che ti apparirà in alto nell’elenco dei risultati.

5) Aperta la cartella Roaming esegui il Copia “salvando” la cartella del programma Portable che utilizzi (oppure del programma setup).

Quanto Ti È Piaciuto Questo Contenuto?

Clicca Su Una Stella Per Esprimere Il Tuo Giudizio!

Voto Medio 4.3 / 5. Numero Clic Voti: 137

Nessun Voto Al Momento. Perchè Non Voti Per Primo!

Spiacente Che Non Sia Stato Utile Per Te!

NAMP Prenderà Atto Del Tuo Giudizio E...

...Mi Aiuti A Capire? Cosa Non Ti È Piaciuto?

Iscrizione
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti