Statistiche

  • 3716441Totale Pagine:
  • 1870823Totale Visitatori:
  • 4930Visite Questo Mese:
  • 341Pagine Ieri:
  • 187Visite Ieri:
  • 8Pagine Oggi:
  • 7Visite Oggi:
  • 7Utenti Collegati:
  • 02/02/2009Partito Dal:

  Top Scaricati

  Forum: Ultimi Messaggi

Portable Revo Uninstaller Pro
Unofficial Portable CCleaner Pro
Interactive Calendar PortableNAMP

  Forum: Ultim Argomenti

Portable Revo Uninstaller Pro
Interactive Calendar PortableNAMP
EssentialPIM Pro portatile
Glary Utilities portatile
28/09/2022

NAMP

Official Website

E Se L’ordine Dei Massacri Arrivasse Da Zelensky?

06/04/2022 – Zelensky ha tutto l’interesse per prolungare il conflitto quanto gli americani.

Il massacro di Bucha, Mariupol, come in altri Paesi urali dell’Ucraina, portano contradizioni nella narrativa ufficiale Occidentale.

Il presidente Vladimir Putin (Mosca) ha annunciato, dopo l’invasione in Ucraina, a tutti i civili non combattenti, di indossare una fascia bianca così da essere riconosciuti dai militari russi. I civili con la fascia bianca sono tra i massacri urlati a megafoni unificati dall’Occidente.

Zelensky, ha fin da subito esortato i suoi concittadini a imbracciare armi in difesa del Paese: Uomini, Donne e giovani (i militari ucraine, per riconoscersi, indossano la fascia blu).

Un particolare, quindi, da non trascurare se tra le vittime ci sono fascie bianche: chi ha barbaramente ucciso (giustiziati) civili con la fascia bianca?

Zelensky è un Politico messo al potere anche grazie al contributo deagli americani. Sempre costui ha esortato tutti alla difesa dell’Ucraina. Mi viene il sospetto, e se i soldati ucraini avessero avuto ordini di uccidere chiunque indossi la fascia bianca, perchè traditore della patria? Una legittima ipotesi di questi tempi, vista una sola narrazione a senso unico dell’Occidente. Far credere che siano stati i russi, mette pressione agli europei, inasprisce ulteriormente le sanzioni dettate dagli americani, potrebbe essere questa una strategia di guerra indottrinata?

Vladimir Putin, invasore, ha sempre dichiarato di voler “smilitarizzazione” e “denazificazione” il Paese. Un invasore, sa che dovrà poi convivere con la popolazione e non avrebbe senso massacrare civili disarmati. Aggiungi anche un particolare non da poco: il presidente non ha mai dichiarato appertamente di volersi prendere l’Ucraina, ma che essa sia neutrale senza il controllo della NATO. Una zona cuscinetto per la sicurezza della Russia.

Per gli U.S.A., questa situazione, volge a proprio vantaggio. Indebolisce l’Europa. Questa non sarà più dipendente dalla Russia in Gas, Petrolio e beni comuni. Zelensky, con l’appoggio Occidentale e i “Mainstream”, passa per eroe. Incoraggiato dell’Occidente, allunga il conflitto fino a un riassetto dell’Ordine mondiale. Nel frattempo, i popoli europei, bombardati (come per il COVID) dalle informazioni di una sola narrazione propagandistica, e censure, si uniscono all’odio crescente nei confronti dei russi e del loro presidente Putin. Una situazione che lascia spazio ad altrettante ed esaustive Sanzioni contro la Russia: bloccare ogni tipo di commercio e risorse con l’Occidente.

Gli americani hanno stanziato miliardi di dollari per far durare la guerra: questo per indebolire la Russia. Di Pace, quindi, non se nè parla fino a quando U.S.A.-NATO non lo permettono. E se a rovinare i piani americani, poi, ci si mettono i sui alleati? Germania, Francia e Italia non possono permettersi, in questo momento, un radicale blocco di gas e petrolio. Così come non possono esimersi nell’acquistare fertilizzanti e grano.

Ma la strategia americana non molla l’osso. Non possono permettere a Putin di vincere la guerra, sarebbe un precedente pericoloso per le democrazie occidentali. Quì, che si avvia la macchina ben oliata della disinformazione: ogni giorno, mostra massacri, crimini di guerra perpetrati dai russi, condite da fantasiose sceneggiature hollywoodiane.

E che dire allora dei biolaboratori in Ucraina gestiti dal Pentagono? Questo, probabilmente, potrebbe essere l’ultima arma: il piano B.”