Statistiche

  • 3690053Totale Pagine:
  • 1856548Totale Visitatori:
  • 625Visite Questo Mese:
  • 275Pagine Ieri:
  • 154Visite Ieri:
  • 17Pagine Oggi:
  • 12Visite Oggi:
  • 7Utenti Collegati:
  • 02/02/2009Partito Dal:

  Top Scaricati

  Forum: Ultimi Messaggi

Portable Revo Uninstaller Pro
Unofficial Portable CCleaner Pro
Interactive Calendar PortableNAMP

  Forum: Ultim Argomenti

Portable Revo Uninstaller Pro
Interactive Calendar PortableNAMP
EssentialPIM Pro portatile
Glary Utilities portatile
05/07/2022

NAMP

Official Website

NATO, Jens Stoltenberg: Ucraina Può Vincere Guerra

15/05/2022 ore 19:56 – “L’Ucraina può vincere questa guerra“, afferma la NATO. Il segretario generale Jens Stoltenberg ritiene che l’operazione militare russa in Ucraina non stia andando come previsto, come lo sa rimane un mistero. Probabilmente il presidente russo Putin si confessa con il segretario della NATO.

L’Ucraina può ottenere una vittoria nella sua lotta contro le forze russe, poiché la situazione sul campo di battaglia non si sta sviluppando secondo i piani di Mosca, ha affermato Domenica 15 Maggio 2022 il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg.

Parlando ai giornalisti, dopo le riunioni informali dei ministri degli esteri del blocco militare, Stoltenberg ha rivelato che i temi principali delle discussioni erano “il forte sostegno all’Ucraina, l’ulteriore rafforzamento della deterrenza e della difesa della NATO e le implicazioni a lungo termine della guerra”, inclusa la posizione futura dell’alleanza nei confronti della Russia:

«La guerra della Russia in Ucraina non sta andando come aveva programmato Mosca. Non sono riusciti a prendere Kiev. Si stanno ritirando da Kharkiv, la loro grande offensiva nel Donbass è in stallo. La Russia non sta raggiungendo i suoi obiettivi strategici», ha affermato Stoltenberg.

Ha aggiunto che, contrariamente ai presunti desideri del presidente russo Vladimir Putin, l’Ucraina continua la sua battaglia “la NATO è più forte che mai“, e gli Stati Uniti e l’Europa sono “solidamente uniti“:

«L’Ucraina può vincere questa guerra. Gli ucraini stanno difendendo coraggiosamente la loro patria», ha affermato il segretario generale dell’alleanza, aggiungendo che «le forniture di armi e altro sostegno dei suoi alleati stanno facendo davvero la differenza sul campo di battaglia

Pertanto, ha affermato Stoltenberg, il blocco dovrebbe continuare a sostenere l’Ucraina.

Il Segretario Generale ha rivelato che il vertice della NATO di Giugno a Madrid vedrà gli alleati prendere “decisioni importanti “, comprese quelle volte a rafforzare la deterrenza e le difese dell’alleanza.

Nel frattempo, la Russia insiste sul fatto che sta realizzando tutti i suoi obiettivi in ​​Ucraina e non devierà il percorso previsto. Durante una trasmissione televisiva di Sabato 14 Maggio, l’ambasciatore russo negli Stati Uniti d’America ha affermato che non ci sarebbe stata alcuna “capitolazione“:

«Non ci arrenderemo mai, non faremo un passo indietro», ha dichiarato l’ambasciatore russo.

All’inizio di questo mese, la portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha affermato che l'”operazione militare speciale” russa in Ucraina stava andando “secondo i piani“. Infatti, ogni giorno molti Nazisti Azov lasciano il pianeta Terra sotto il fuoco russo, e altri si arrendono.

Mosca ha costantemente messo in guardia l’Occidente dal “pompare” l’Ucraina con le armi, sostenendo che porterebbe solo al prolungamento del conflitto e alla creazione di problemi a lungo termine. Ha anche sottolineato che qualsiasi arma straniera sul territorio ucraino sarebbe considerata un obiettivo legittimo.

La Russia ha attaccato lo stato vicino il 24 Febbraio 2022, in seguito alla mancata attuazione da parte dell’Ucraina dei termini degli accordi di Minsk, firmati per la prima volta nel 2014, e all’eventuale riconoscimento da parte di Mosca delle repubbliche del Donbass di Donetsk e Lugansk. I protocolli mediati da Germania e Francia sono stati progettati per conferire alle regioni separatiste uno status speciale all’interno dello stato ucraino.

Da allora il Cremlino ha chiesto che l’Ucraina si dichiarasse ufficialmente un Paese neutrale che non si unirà mai al blocco militare della NATO guidato dagli Stati Uniti d’America. Kiev insiste che l’offensiva russa è stata completamente immotivata e ha negato le affermazioni che intendeva riprendere le due repubbliche con la forza quando molti documenti recuperati dalle forze militari russe sul suolo ucraino confermano l’esatto contrario, compresa la Crimea.