Statistiche

  • 3716443Totale Pagine:
  • 1870825Totale Visitatori:
  • 4932Visite Questo Mese:
  • 341Pagine Ieri:
  • 187Visite Ieri:
  • 10Pagine Oggi:
  • 9Visite Oggi:
  • 1Utenti Collegati:
  • 02/02/2009Partito Dal:

  Top Scaricati

  Forum: Ultimi Messaggi

Portable Revo Uninstaller Pro
Unofficial Portable CCleaner Pro
Interactive Calendar PortableNAMP

  Forum: Ultim Argomenti

Portable Revo Uninstaller Pro
Interactive Calendar PortableNAMP
EssentialPIM Pro portatile
Glary Utilities portatile
28/09/2022

NAMP

Official Website

Scarica
Aggiornato In Data: 23/10/2021 Dal Peso Di 2,40 Megabytes
Presente Su NAMP: 28/11/2014
...Rufus Portable
Contenuto Scaricato 11489 Volte
Freeware / Software Libero
Monta .iso Avviabile USB – Portatili / Pen Drive
Descrizione
Rufus è una utility che ti aiuta a formattare e creare una unità flash USB avviabile, come una chiavetta/penna/unità USB, memory stick, ecc.

Può essere specialmente utile nei casi dove:

-» Devi creare un unità USB di installazione da un file immagine ISO avviabile (Windows, Linux, UEFI, ecc.)
-» Devi lavorare su un sistema che non ha un sistema operativo installato
-» Devi aggiornare un BIOS o altro firmware da DOS
-» Vuoi eseguire una utility di formattazioen a basso livello

In una piccola dimensione, Rufus ti fornisce tutto quello che ti serve!

Rufus è veloce. Ad esempio è due volte più veloce di UNetbootin, Universal USB Installer o del tool USB download di Windows 7, nella creazione di una unità di installazione USB di Windows 7 da un file ISO. È anche marginalmente più veloce nella craezione di una unità USB avviabile di installazione di Linux da un’immagine ISO.

Requisiti di sistema:

Windows XP o successivo, 32 o 64 bit non importa. Una volta scaricata, l’applicazione è pronta all’uso.

Voglio esprimere la mia gratitudine ai traduttori che hanno reso possibile la traduzione del programma, come delle pagine web di Rufus in differenti lingue. Se puoi usare Rufus nella tua lingua, devi dire grazie a loro!

Note sul supporto DOS:

Se crei una unità avviabile DOS e usi una tastiera non-US, Rufus proverà a selezionare un layout tastiera compatibile con le impostazioni locali del tuo sistema. In questo caso è raccomandato, FreeDOS, che è la selezione predefinita, rispetto a MS-DOS, poichè supportà un numero maggiore di layout tastiera.

Note sul siuppoto ISO:

Tutte le versioni di Rufus a partire dalla 1.1.0 permettono la creazione di una unità USB avviabile da un file immagine ISO (.iso).

La creazione di un’immagine ISO da un disco fisico o da una serie di file è molto semplice, attraverso l’uso di una applicazione di masterizzazione CD, come ad esempio l’applicazione gratuita CDBurnerXP o ImgBurn.

Note sul supporto UEFI & GPT:

Dalla versione 1.3.2, Rufus supporta UEFI e GPT per i supporti di installazione, il che significa permettere di installare Windows 7, Windows 8 o Linux in modo completo UEFI.
Per il supporto completo UEFI/GPT è richiesto Windows Vista o successivo. Essendo una limitazione del sistema operativo, Windows XP limita la creazione di unità avviabili UEFI al modo MBR.

Donazioni:

Dal momento che sto ricevendo contininuamente richieste di chiarimenti, preciso che non c’è un puslante donazione in questa pagina.
La ragione principale è che il sistema di donazione attualmente non aiuta lo sviluppo di un programma, e può errorneamente scoraggiare l’uso da parte gli utenti che non voglione donare.
Se lo vuoi realmente, puoi sempre fare una donazione alla Free Software Foundation ( http://www.fsf.org/ ), in quanto è la ragione principale poichè un software come Rufus esiste.
In ogni caso, voglio dirvi grazie per il vostro continuo supporto e l’entusiasmo riguardante questo piccolo programma. Tutto ciò è molto apprezzato.
Ma per favore continuate a mantenere Rufus gratuito ed esente da costi – non dovrete mai pgare per averlo!

Elenco non esaustivo di immagini ISO compatibili con Rufus:

Arch Linux,Archbang,BartPE/pebuilder,CentOS,Damn Small Linux,Debian,Fedora,FreeDOS,Gentoo,GParted,gNewSense,Hiren’s Boot CD,LiveXP,Knoppix,KolibriOS,Kubuntu,Linux Mint,NT Password Registry Editor,OpenSUSE,Parted Magic,Partition Wizard,Raspbian,ReactOS,Red Hat,rEFInd,Slackware,Tails,Trinity Rescue Kit,Ubuntu,Ultimate Boot CD,Windows XP (SP2+),Windows Server 2003 R2,Windows Vista,Windows 7,Windows 8,Windows 8.1,Windows 10.

(Tutte Le Informazioni Che Riguardono Rufus Sono State Prelevate Dalla Pagina Tradotta In Lingua Italiana Dal Sito Ufficiale)

Tutorial 2014

 

Guarda o Scarica il Video:

...Tutorial 2014
Contenuto Scaricato 264 Volte
...Rufus Tutorial - 13,6 Megabytes
Contenuto Scaricato 361 Volte
Software Libero

Cos’è Il Software Libero?

Il “Software Libero” è una questione di libertà, non di prezzo. Per capire il concetto, bisognerebbe pensare alla “libertà di parola” e non alla “birra gratis“. Il termine “free” in inglese significa sia gratuito che libero. L’espressione “Software Libero” si riferisce alla libertà dell’utente di eseguire, copiare, distribuire, studiare, cambiare e migliorare il software. Più precisamente, esso si riferisce a quattro tipi di libertà per gli utenti del software:

-» Libertà di eseguire il programma, per qualsiasi scopo (libertà 0).
-» Libertà di studiare come funziona il programma e adattarlo alle proprie necessità (libertà 1). L’accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.
-» Libertà di ridistribuire copie in modo da aiutare il prossimo (libertà 2).
-» Libertà di migliorare il programma e distribuirne pubblicamente i miglioramenti, in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio (libertà 3). L’accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.

Quando si sente parlare di “software libero” (free software), la prima cosa che viene in mente è “gratis“. Per quanto questo sia vero nella maggior parte dei casi, il termine “free software” utilizzato dalla Free Software Foundation (creatori del progetto GNU e della licenza pubblica generale GNU [GNU General Public Licence, GNU GPL]) è da intendere nel senso di “libero” in quanto “in libertà” (“free as in freedom“= libero come in libertà), piuttosto che nel senso “senza costi” (che in genere si riferisca a “free as a free beer“= gratis come una birra gratuita). Il free software in questo senso è quel software che puoi usare, copiare, modificare, ridistribuire senza limiti. Questo contrasta con la licenza di molti software commericiali, dove ti è permesso installare il software su un solo computer, non ti è permesso di copiarlo, e mai vedrai il codice sorgente (source code). Il free software permette incredibili libertà all’utente finale (end user); inoltre, dato che il codice sorgente è disponibile a tutti, c’è molta più possibilità di trovare e correggere eventuali bug.

Quando un programma è rilasciato sotto la licenza GNU General Public Licence (the GPL):

-» si ha il diritto di utilizzare il programma per qualsiasi scopo;
-» si ha il diritto di modificare il programma e avere accesso ai sorgenti;
-» si ha il diritto di copiare e modificare il programma;
-» si ha il diritto di migliorare il programma, e rilasciare la propria versione.

In cambio di questi diritti, si ha qualche responsabilità rilasciando un programma su GPL, responsabilità studiate per proteggere la tua libertà e quella degli altri:

-» Devi distribuire la licenza GPL insieme al programma, in modo che l’utilizzatore sia a conoscenza dei suoi diritti garantiti dalla licenza.
-» Devi distribuire anche il codice sorgente, o fare in modo che sia liberamente accessibile.
-» Se modifichi il codice e rilasci la tua versione del programma, devi rilasciarla sotto GPL e fare in modo che il codice modificato sia liberamente accessibile (non è possibile utilizzare codice GPL in programmi proprietari).
-» Non puoi restringere la licenza del programma entro i termini della GPL (non puoi trasformare un programma GPL in uno proprietario, in altre parole non puoi limitare i diritti garantiti dalla licenza).

AppData

Che cos’è La Cartella AppData?

La cartella AppData contiene le impostazioni, i file e i dati specifici per le app nel PC. La cartella è nascosta per impostazione predefinita in Esplora file e include tre sottocartelle nascoste: Local, LocalLow e Roaming.

Roaming. Questa cartella ( %appdata% ) contiene dati che possono essere spostati con il tuo profilo utente da un PC a un altro, come in un ambiente con domini, perché questi dati supportano la sincronizzazione con un server. Se accedi a un PC diverso in un dominio, ad esempio, i Preferiti o i segnalibri del Web browser saranno disponibili.

Local. Questa cartella ( %localappdata% ) contiene dati che non possono essere spostati con il tuo profilo utente. Questi dati sono di solito specifici di un PC o troppo grandi per eseguirne la sincronizzazione con un server. I Web browser, ad esempio, archiviano in genere i file temporanei in questa cartella.

LocalLow. Questa cartella ( %appdata%/…/locallow ) contiene dati che non possono essere spostati, ma offre anche un livello di accesso inferiore. Se esegui un Web browser in modalità protetta o provvisoria, ad esempio, l’app sarà in grado di accedere ai dati solo dalla cartella LocalLow.

Sono le app stesse a scegliere se salvare nelle cartelle Local, LocalLow o Roaming. La maggior parte delle app desktop usa la cartella Roaming per impostazione predefinita, mentre la maggior parte delle app di Windows Store usa la cartella Local per impostazione predefinita.

Avviso

Sconsigliamo di spostare, eliminare o modificare file o cartelle all’interno della cartella AppData. Questo tipo di interventi potrebbe compromettere le prestazioni di esecuzione delle app oppure impedirne del tutto l’esecuzione.

(Che cos’è la cartella AppData? Informazioni Prelevate Dal Sito Ufficiale Microsoft)

Applicazioni Setup E Soprattutto Portable.

C:\Users\Nome Utente PC\AppData\Roaming

Dove leggi “Nome Utente PC” inserisci il nome utente che utilizzi sul tuo computer. ALBERCLAUS è nome utente utilizzato nel mio PC.

Se il nome utente sul tuo computer è NiCo, ad esempio, allora il tuo percorso è il seguente: C:\Users\NiCo\AppData\Roaming

Per aprire la cartella “AppData“:

1) Clicca sopra il pulsante Start in basso a sinistra nella barra di Windows.

2) Digita (o copia inserendo il tuo nome utente) in “Cerca programmi e file“: C:\Users\Nome Utente PC\AppData\Roaming oppure copia ed incolla questo: %appdata%

3) Clicca sopra il tasto “Invio” dalla tastiera.

4) Clicca con il puntatore del mouse sopra la cartella Roaming che ti apparirà in alto nell’elenco dei risultati.

5) Aperta la cartella Roaming esegui il Copia “salvando” la cartella del programma Portable che utilizzi (oppure del programma setup).

Modifiche Ufficiali: Changes – Rufus 3.17 – 23/10/2021

  • Fix MBR not being properly cleared
  • Fix commandline hogger not being deleted on exit
  • Improve ReFS handling for platforms that support it
  • Update UEFI:NTFS to latest and remove Secure Boot notice since this version is Secure Boot signed
  • Update Grub4DOS to latest