Statistiche

  • 3831846Totale Pagine:
  • 1928187Totale Visitatori:
  • 777Visite Questo Mese:
  • 347Pagine Ieri:
  • 211Visite Ieri:
  • 335Pagine Oggi:
  • 149Visite Oggi:
  • 10Utenti Collegati:
  • 02/02/2009Partito Dal:

  Top Scaricati

  Forum: Ultimi Messaggi

Non Riesco A Scaricare Dal Portal …
Lista Software Progetto Lingua It …
Winamp Lingua Italiana NAMP
Portable Revo Uninstaller Pro

  Forum: Ultim Argomenti

Non Riesco A Scaricare Dal Portal …
Winamp Lingua Italiana NAMP
Portable Revo Uninstaller Pro
Interactive Calendar PortableNAMP
04/02/2023

NAMP

Official Website

Scarica
Aggiornato In Data: 25/12/2022 Dal Peso Di 346 | 379 Megabytes
Presente Su NAMP: 19/11/2011
...Stellarium Portable 32 bit
Contenuto Scaricato 5738 Volte
...Stellarium Portable 64 bit
Contenuto Scaricato 14957 Volte
Freeware / Software Libero
Didattico, Scienze, Corpi Celesti – Portatili / Pen Drive
Descrizione
Stellarium è un planetario virtuale Software Libero realizzato secondo i termini della GNU General Public License; disponibile per Linux, Windows e Mac OS X.
Questo software usa OpenGL per fornire una rappresentazione del cielo in tempo reale. Con Stellarium è possibile vedere oggetti alla portata di grandi telescopi.
Stellarium è stato sviluppato dal francese Fabien Chéreau, che ha lanciato il progetto nell’estate del 2001. Tra gli altri sviluppatori si annoverano Robert Spearman, Johannes Gajdosik, Matthew Gates, Nigel Kerr e Johan Meuris. Stellarium mostra un cielo realistico in 3D proprio come si vedrebbe a occhio nudo, con un binocolo o un telescopio.Caratteristiche del cielo:-» Oltre 600.000 stelle dal catalogo Hipparcos e dal catalogo Tycho-2.
-» Cataloghi supplementari con oltre 210 milioni di stelle.
-» Asterismi ed illustrazioni delle costellazioni.
-» Costellazioni da dieci culture.
-» Immagini delle nebulose (Catalogo di Messier completo).
-» Una realistica Via Lattea.
-» Un’atmosfera realistica con alba e tramonto.
-» Pianeti del sistema solare con i rispettivi satelliti maggiori.Interfaccia:-» Un potente zoom
-» Controllo della data e dell’ora
-» Interfaccia multilingua
-» Possibilità di creare script personalizzati
-» Proiezione del cielo per planetari
-» Proiezione sferica
-» Adattamento dinamico dell’occhio e messa in risalto dei corpi più luminosi
-» Simulazione di inquinamento luminoso
-» Interfaccia grafica e controllo esteso dalla tastiera
-» Controllo del telescopio
-» Numerosi plug-in che permettono, ad esempio, di visualizzare una porzione di cielo come vista da un oculare di un telescopio, o aggiungere asteroidiVisualizzazioni:-» Griglie equatoriali e altazimutali.
-» Scintillio stellare.
-» Stelle cadenti.
-» Simulazioni di eclissi (conoscendone la data rilevabile da altra fonte).
-» Sfondi personalizzabili.
-» Proiezione sferica panoramica.Personalizzazione:-» Possibilità di aggiungere cataloghi extra fino a 210 milioni di stelle.
-» Possibilità di aggiungere le proprie immagini, oggetti del cielo profondo, panorami, costellazioni.
-» La proprietà di aggiungere e simulare Script, comandi utili, quindi, per delle lezioni.
-» Disponibile in oltre 40 lingue dalla versione 0.8.0.
-» Possibilità di aggiungere nuove culture di visualizzazione del cielo.
-» Possibilità di vedere il cielo da 36 corpi celesti tra pianeti e loro satelliti maggiori, asteroidi, pianeti nani e anche dal Sole.
-» Tradotto in 86 Lingue
Software Libero

Cos’è Il Software Libero?

Il “Software Libero” è una questione di libertà, non di prezzo. Per capire il concetto, bisognerebbe pensare alla “libertà di parola” e non alla “birra gratis“. Il termine “free” in inglese significa sia gratuito che libero. L’espressione “Software Libero” si riferisce alla libertà dell’utente di eseguire, copiare, distribuire, studiare, cambiare e migliorare il software. Più precisamente, esso si riferisce a quattro tipi di libertà per gli utenti del software:

-» Libertà di eseguire il programma, per qualsiasi scopo (libertà 0).
-» Libertà di studiare come funziona il programma e adattarlo alle proprie necessità (libertà 1). L’accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.
-» Libertà di ridistribuire copie in modo da aiutare il prossimo (libertà 2).
-» Libertà di migliorare il programma e distribuirne pubblicamente i miglioramenti, in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio (libertà 3). L’accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.

Quando si sente parlare di “software libero” (free software), la prima cosa che viene in mente è “gratis“. Per quanto questo sia vero nella maggior parte dei casi, il termine “free software” utilizzato dalla Free Software Foundation (creatori del progetto GNU e della licenza pubblica generale GNU [GNU General Public Licence, GNU GPL]) è da intendere nel senso di “libero” in quanto “in libertà” (“free as in freedom“= libero come in libertà), piuttosto che nel senso “senza costi” (che in genere si riferisca a “free as a free beer“= gratis come una birra gratuita). Il free software in questo senso è quel software che puoi usare, copiare, modificare, ridistribuire senza limiti. Questo contrasta con la licenza di molti software commericiali, dove ti è permesso installare il software su un solo computer, non ti è permesso di copiarlo, e mai vedrai il codice sorgente (source code). Il free software permette incredibili libertà all’utente finale (end user); inoltre, dato che il codice sorgente è disponibile a tutti, c’è molta più possibilità di trovare e correggere eventuali bug.

Quando un programma è rilasciato sotto la licenza GNU General Public Licence (the GPL):

-» si ha il diritto di utilizzare il programma per qualsiasi scopo;
-» si ha il diritto di modificare il programma e avere accesso ai sorgenti;
-» si ha il diritto di copiare e modificare il programma;
-» si ha il diritto di migliorare il programma, e rilasciare la propria versione.

In cambio di questi diritti, si ha qualche responsabilità rilasciando un programma su GPL, responsabilità studiate per proteggere la tua libertà e quella degli altri:

-» Devi distribuire la licenza GPL insieme al programma, in modo che l’utilizzatore sia a conoscenza dei suoi diritti garantiti dalla licenza.
-» Devi distribuire anche il codice sorgente, o fare in modo che sia liberamente accessibile.
-» Se modifichi il codice e rilasci la tua versione del programma, devi rilasciarla sotto GPL e fare in modo che il codice modificato sia liberamente accessibile (non è possibile utilizzare codice GPL in programmi proprietari).
-» Non puoi restringere la licenza del programma entro i termini della GPL (non puoi trasformare un programma GPL in uno proprietario, in altre parole non puoi limitare i diritti garantiti dalla licenza).

AppData

Che cos’è La Cartella AppData?

La cartella AppData contiene le impostazioni, i file e i dati specifici per le app nel PC. La cartella è nascosta per impostazione predefinita in Esplora file e include tre sottocartelle nascoste: Local, LocalLow e Roaming.

Roaming. Questa cartella ( %appdata% ) contiene dati che possono essere spostati con il tuo profilo utente da un PC a un altro, come in un ambiente con domini, perché questi dati supportano la sincronizzazione con un server. Se accedi a un PC diverso in un dominio, ad esempio, i Preferiti o i segnalibri del Web browser saranno disponibili.

Local. Questa cartella ( %localappdata% ) contiene dati che non possono essere spostati con il tuo profilo utente. Questi dati sono di solito specifici di un PC o troppo grandi per eseguirne la sincronizzazione con un server. I Web browser, ad esempio, archiviano in genere i file temporanei in questa cartella.

LocalLow. Questa cartella ( %appdata%/…/locallow ) contiene dati che non possono essere spostati, ma offre anche un livello di accesso inferiore. Se esegui un Web browser in modalità protetta o provvisoria, ad esempio, l’app sarà in grado di accedere ai dati solo dalla cartella LocalLow.

Sono le app stesse a scegliere se salvare nelle cartelle Local, LocalLow o Roaming. La maggior parte delle app desktop usa la cartella Roaming per impostazione predefinita, mentre la maggior parte delle app di Windows Store usa la cartella Local per impostazione predefinita.

Avviso

Sconsigliamo di spostare, eliminare o modificare file o cartelle all’interno della cartella AppData. Questo tipo di interventi potrebbe compromettere le prestazioni di esecuzione delle app oppure impedirne del tutto l’esecuzione.

(Che cos’è la cartella AppData? Informazioni Prelevate Dal Sito Ufficiale Microsoft)

Applicazioni Setup E Soprattutto Portable.

C:\Users\Nome Utente PC\AppData\Roaming

Dove leggi “Nome Utente PC” inserisci il nome utente che utilizzi sul tuo computer. ALBERCLAUS è nome utente utilizzato nel mio PC.

Se il nome utente sul tuo computer è NiCo, ad esempio, allora il tuo percorso è il seguente: C:\Users\NiCo\AppData\Roaming

Per aprire la cartella “AppData“:

1) Clicca sopra il pulsante Start in basso a sinistra nella barra di Windows.

2) Digita (o copia inserendo il tuo nome utente) in “Cerca programmi e file“: C:\Users\Nome Utente PC\AppData\Roaming oppure copia ed incolla questo: %appdata%

3) Clicca sopra il tasto “Invio” dalla tastiera.

4) Clicca con il puntatore del mouse sopra la cartella Roaming che ti apparirà in alto nell’elenco dei risultati.

5) Aperta la cartella Roaming esegui il Copia “salvando” la cartella del programma Portable che utilizzi (oppure del programma setup).

Modifiche Ufficiali: Changes – v1.2.0 (25/12/2022)

The Stellarium Team has released version 1.2.

This release mostly aimed at fixing issues but also brought a few new features:

  • New projection: Equirectangular (fills the screen)
  • Improved rendering of Milky Way, Zodiacal Light and landscapes
  • Improved rendering of the Moon
  • Improved HiDPI behaviour
  • Use Noto as default font
  • Added Modern (IAU), Tikuna and Seri sky cultures
  • Added Chinese and Bahai calendars (Calendars plugin)

Behind the scenes, several minor issues were fixed.

TELESCOPE USERS

It seems the Telescope Control plugin at least on Windows works better in the Qt5-based releases. Just install this if you are affected. We are looking for telescope users with programming skills to help us fixing this issue. Reward possible!

What’s Changed

Full list of changes:

  • Added support elongation in ecliptic longitude for Pointer Coordinates plugin (GH: #2700)
  • Added Bahai calendars (GH: #2898)
  • Added Chinese calendar and derivatives (Japanese, Korean, Vietnamese) (GH: #2898)
  • Added linebreaks to excessively long calendar output lines in Calendars plugin (GH: #2898)
  • Added new projection: plate carree (GH: #2856)
  • Added options to allow limiting nomenclature to the terminator zone (GH: #2790)
  • Added translation hints in Calendars plugin
  • Added names of Vietnamese Solar Terms in Calendars plugin
  • Added support for anisotropic filtering of textures (GH: #2881)
  • Added context support for proper names of pulsars
  • Added Noto fonts (GH: #2877)
  • Added new sky culture – Seri (GH: #2863)
  • Added new sky culture – Tikuna (GH: #2812)
  • Added new sky culture – Greek (Dante)
  • Added one extra check for updates Satellites (GH: #2860)
  • Added temporary hook for Qt5-based macOS bundles (GH: #2890)
  • Added support new archive formats for generator of source packages (GH: #2820)
  • Added support the Region parameter for skycultures (GH: #2760)
  • Added indicator of max exposure time for moving objects in Oculars plugin (GH: #2789)
  • Added new sky culture – Modern (IAU) (GH: #2835)
  • Added scaling stars on a HiDPI devices (GH: #2846)
  • Added 4 new sets of navigational stars
  • Fixed minimum system version for macOS bundle
  • Fixed typos in the rest of the codebase (GH: #2862)
  • Fixed compilation without PCH
  • Fixed missing translatable text for calendars
  • Fixed missing signals after changing properties for nomenclature
  • Fixed properties in the GUI for nomenclature
  • Fixed the build of SUG on Ubuntu 20.04
  • Fixed naming: Starlore -> Sky Culture
  • Fixed man pages for bundle in macOS
  • Fixed setting versions of packages in Windows
  • Fixed link to the latest Stellarium User Guide
  • Fixed checking updates of Stellarium
  • Fixed context for term
  • Fixed version numbers for macOS bundle (GH: #2805)
  • Fixed wobble of small objects like Callisto or Thebe (GH: #2809)
  • Fixed a seam that appears between floor and sides of old-style landscapes when multisampling is on
  • Fixed planet shader on GLSL 1.00
  • Fixed loading star names for Hawaiian Starlines SC (GH: #2808)
  • Fixed renamed properties (Oculars plugin)
  • Fixed a few more renamed timezones
  • Fixed Observer altitude in Satellites plugin (GH: #2848)
  • Fixed typos in the src/ subdirectory (GH: #2857)
  • Fixed typos in the plugins/ subdirectory (GH: #2858)
  • Changed Calendars plugin: Roman Calendar – print years AUC in Roman numerals (GH: #2898)
  • Changed core: switch LandscapeSpherical to fragment-shader-based direction computation (GH: #2908)
  • Changed core: switch LandscapeFisheye to fragment-shader-based direction computation (GH: #2908)
  • Changed core: avoid the seam in spherical landscape for GL<3.3 by sacrificing mip mapping (GH: #2908)
  • Changed core: avoid crash when sky culture ID is wrong
  • Changed core: undo extraneous gamma encoded in moon_4k texture
  • Changed core: silence Angle shader compilation warnings
  • Changed core: rename vectors methods length and lengthSquared into norm and normSquared (GH: #2795)
  • Changed core: remove overrides of StelProjector::project from Stereographic and Hammer projections
  • Changed core: reduce the clutter when converting MatXd to MatXf
  • Changed core: simplify cloning of Mat4dTransform, maintain equality of transfoMat{,f} up to static_cast
  • Changed core: pass a double-precision vector to StelSkyDrawer::postDrawSky3dModel instead of a single-precision one (GH: #2844)
  • Changed core: move initial window resizing logic out of StelGLWidget::initializeGL() (GH: #2832)
  • Changed core: store the flag on whether current OpenGL context is ES in GLInfo (GH: #2847)
  • Changed core: set default GLES float precision in fragment shaders to mediump (GH: #2847)
  • Changed core: add support for loading StelVertexArray into StelOpenGLArray (GH: #2847)
  • Changed core: store vertex to Altitude&Azimuth position conversion matrix in Mat4dTransform (GH: #2847)
  • Changed core: add support for using StelProjector::project analogue in shaders (GH: #2847)
  • Changed core: add a method to compare projections of StelProjector (GH: #2847)
  • Changed core: make MilkyWay project its vertices in a vertex shader instead of doing it on the CPU (GH: #2847)
  • Changed core: add support for using StelProjector::unProject analogue in shaders (GH: #2847)
  • Changed core: render Milky Way calculating view direction per fragment (GH: #2847)
  • Changed core: render Zodiacal light calculating view direction per fragment (GH: #2847)
  • Changed core: don’t try to render a Planet whose textures are not all loaded
  • Changed core: load Planet textures synchronously (GH: #2854)
  • Updated orbital elements for minor bodies of Solar system
  • Updated the default list of satellites
  • Updated the default catalog of exoplanets
  • Updated the default catalog of pulsars
  • Updated the default list of locations
  • Updated list of planetary features
  • Updated DSO catalog: LBN 770 and LBN 772 are synonyms and both have coordinates as LBN 771
  • Updated DSO names
  • Updated Greek (Almagest) SC: a line in CrB added
  • Updated Modern and Modern (IAU) SC: typo fixes
  • Removed English (India) language

Quanto Ti È Piaciuto Questo Contenuto?

Clicca Su Una Stella Per Esprimere Il Tuo Giudizio!

Voto Medio 4.6 / 5. Votanti Totali: 89

Nessun Voto Al Momento. Perchè Non Voti Per Primo!

Spiacente Che Non Sia Stato Utile Per Te!

Miglioriamo questo contenuto!

Mi Aiuti A Capire? Cosa Non Ti È Piaciuto?