Statistiche

  • 3716443Totale Pagine:
  • 1870825Totale Visitatori:
  • 4932Visite Questo Mese:
  • 341Pagine Ieri:
  • 187Visite Ieri:
  • 10Pagine Oggi:
  • 9Visite Oggi:
  • 4Utenti Collegati:
  • 02/02/2009Partito Dal:

  Top Scaricati

  Forum: Ultimi Messaggi

Portable Revo Uninstaller Pro
Unofficial Portable CCleaner Pro
Interactive Calendar PortableNAMP

  Forum: Ultim Argomenti

Portable Revo Uninstaller Pro
Interactive Calendar PortableNAMP
EssentialPIM Pro portatile
Glary Utilities portatile
28/09/2022

NAMP

Official Website

Scarica
Aggiornato In Data: 04/07/2020 Dal Peso Di 44,9 Megabytes
Presente Su NAMP: 08/03/2012
...Xmoto Portable
Contenuto Scaricato 6143 Volte
Freeware / Software Libero
Gioco Moto 2D – Portatili / Pen Drive
Descrizione
X-Moto è un videogioco a piattaforme 2D di motocross, sviluppato per FreeBSD, GNU/Linux, Mac OS X e Microsoft Windows. Il gameplay è simile a quello di Elasto Mania, ma la simulazione fisica è leggermente differente. Il progetto è iniziato nel 2005.Il videogioco viene rilasciato sotto la licenza libera GNU GPL ed è scritto in C, C++ e Lua.

Modalità di gioco

In X-Moto l’obiettivo del giocatore è toccare il fiore, necessario per completare con successo il livello selezionato, il più rapidamente possibile, tuttavia per farlo deve prima riuscire a collezionare tutte le fragole. Gli ostacoli al raggiungimento dell’obiettivo sono la conformazione del terreno e i “distruttori” (in lingua originale, “wrecker”), che devono essere evitati. Nella maggior parte dei livelli non vi sono oggetti o piattaforme in movimento: solo quelli che includono script possono averne. Il modo in cui appaiono graficamente gli oggetti può essere personalizzato nei singoli livelli.

Il pilota non viene ferito direttamente dalle cadute: si ferisce esclusivamente sbattendo la testa contro piattaforme solide o toccando con qualsiasi parte del corpo un “distruttore”. Se questo accade il gioco termina e il livello viene considerato fallito, a meno che non contenga checkpoint (introdotti a partire dalla versione 0.5.3), nel qual caso il pilota verrà posizionato sull’ultimo punto salvato.

È possibile salvare un replay e visualizzarlo, sotto forma di “pilota fantasma”, durante il gioco ed è possibile fare lo stesso con i replay dei migliori tempi registrati dal server.

Grafica, suoni e simulazione fisica

La grafica del videogioco è completamente in 2D, ma utilizza l’accelerazione tridimensionale, attraverso le librerie OpenGL, per ottenere un rendering più rapido. Il gioco di per sé presenta suoni solo per l’engine e per la vittoria/sconfitta, mentre il menu principale ha una colonna sonora; i singoli livelli possono contenere musica e suoni personalizzati.

Il gioco utilizza l’Open Dynamic Engine per la simulazione fisica. Oggetti in movimento, gravità variabile e altri contenuti simili possono essere realizzati attraverso script in Lua.

Contenuti online

Il gioco può essere ampliato con oltre 2500 livelli creati dagli utenti, che possono essere scaricati direttamente dal menù principale e in maniera automatica. Questi vengono creati utilizzando Inkscape con l’estensione Inksmoto. Sempre nei server del gioco vi è una classifica con i migliori tempi registrati ed è possibile scaricarne automaticamente i replay.

(Informazioni prelevate da Wikipedia)

Video Demo 2012

 

Guarda o Scarica il Video:

...Video Demo 2012
Contenuto Scaricato 216 Volte

Software Libero

Cos’è Il Software Libero?

Il “Software Libero” è una questione di libertà, non di prezzo. Per capire il concetto, bisognerebbe pensare alla “libertà di parola” e non alla “birra gratis“. Il termine “free” in inglese significa sia gratuito che libero. L’espressione “Software Libero” si riferisce alla libertà dell’utente di eseguire, copiare, distribuire, studiare, cambiare e migliorare il software. Più precisamente, esso si riferisce a quattro tipi di libertà per gli utenti del software:

-» Libertà di eseguire il programma, per qualsiasi scopo (libertà 0).
-» Libertà di studiare come funziona il programma e adattarlo alle proprie necessità (libertà 1). L’accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.
-» Libertà di ridistribuire copie in modo da aiutare il prossimo (libertà 2).
-» Libertà di migliorare il programma e distribuirne pubblicamente i miglioramenti, in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio (libertà 3). L’accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.

Quando si sente parlare di “software libero” (free software), la prima cosa che viene in mente è “gratis“. Per quanto questo sia vero nella maggior parte dei casi, il termine “free software” utilizzato dalla Free Software Foundation (creatori del progetto GNU e della licenza pubblica generale GNU [GNU General Public Licence, GNU GPL]) è da intendere nel senso di “libero” in quanto “in libertà” (“free as in freedom“= libero come in libertà), piuttosto che nel senso “senza costi” (che in genere si riferisca a “free as a free beer“= gratis come una birra gratuita). Il free software in questo senso è quel software che puoi usare, copiare, modificare, ridistribuire senza limiti. Questo contrasta con la licenza di molti software commericiali, dove ti è permesso installare il software su un solo computer, non ti è permesso di copiarlo, e mai vedrai il codice sorgente (source code). Il free software permette incredibili libertà all’utente finale (end user); inoltre, dato che il codice sorgente è disponibile a tutti, c’è molta più possibilità di trovare e correggere eventuali bug.

Quando un programma è rilasciato sotto la licenza GNU General Public Licence (the GPL):

-» si ha il diritto di utilizzare il programma per qualsiasi scopo;
-» si ha il diritto di modificare il programma e avere accesso ai sorgenti;
-» si ha il diritto di copiare e modificare il programma;
-» si ha il diritto di migliorare il programma, e rilasciare la propria versione.

In cambio di questi diritti, si ha qualche responsabilità rilasciando un programma su GPL, responsabilità studiate per proteggere la tua libertà e quella degli altri:

-» Devi distribuire la licenza GPL insieme al programma, in modo che l’utilizzatore sia a conoscenza dei suoi diritti garantiti dalla licenza.
-» Devi distribuire anche il codice sorgente, o fare in modo che sia liberamente accessibile.
-» Se modifichi il codice e rilasci la tua versione del programma, devi rilasciarla sotto GPL e fare in modo che il codice modificato sia liberamente accessibile (non è possibile utilizzare codice GPL in programmi proprietari).
-» Non puoi restringere la licenza del programma entro i termini della GPL (non puoi trasformare un programma GPL in uno proprietario, in altre parole non puoi limitare i diritti garantiti dalla licenza).

AppData

Che cos’è La Cartella AppData?

La cartella AppData contiene le impostazioni, i file e i dati specifici per le app nel PC. La cartella è nascosta per impostazione predefinita in Esplora file e include tre sottocartelle nascoste: Local, LocalLow e Roaming.

Roaming. Questa cartella ( %appdata% ) contiene dati che possono essere spostati con il tuo profilo utente da un PC a un altro, come in un ambiente con domini, perché questi dati supportano la sincronizzazione con un server. Se accedi a un PC diverso in un dominio, ad esempio, i Preferiti o i segnalibri del Web browser saranno disponibili.

Local. Questa cartella ( %localappdata% ) contiene dati che non possono essere spostati con il tuo profilo utente. Questi dati sono di solito specifici di un PC o troppo grandi per eseguirne la sincronizzazione con un server. I Web browser, ad esempio, archiviano in genere i file temporanei in questa cartella.

LocalLow. Questa cartella ( %appdata%/…/locallow ) contiene dati che non possono essere spostati, ma offre anche un livello di accesso inferiore. Se esegui un Web browser in modalità protetta o provvisoria, ad esempio, l’app sarà in grado di accedere ai dati solo dalla cartella LocalLow.

Sono le app stesse a scegliere se salvare nelle cartelle Local, LocalLow o Roaming. La maggior parte delle app desktop usa la cartella Roaming per impostazione predefinita, mentre la maggior parte delle app di Windows Store usa la cartella Local per impostazione predefinita.

Avviso

Sconsigliamo di spostare, eliminare o modificare file o cartelle all’interno della cartella AppData. Questo tipo di interventi potrebbe compromettere le prestazioni di esecuzione delle app oppure impedirne del tutto l’esecuzione.

(Che cos’è la cartella AppData? Informazioni Prelevate Dal Sito Ufficiale Microsoft)

Applicazioni Setup E Soprattutto Portable.

C:\Users\Nome Utente PC\AppData\Roaming

Dove leggi “Nome Utente PC” inserisci il nome utente che utilizzi sul tuo computer. ALBERCLAUS è nome utente utilizzato nel mio PC.

Se il nome utente sul tuo computer è NiCo, ad esempio, allora il tuo percorso è il seguente: C:\Users\NiCo\AppData\Roaming

Per aprire la cartella “AppData“:

1) Clicca sopra il pulsante Start in basso a sinistra nella barra di Windows.

2) Digita (o copia inserendo il tuo nome utente) in “Cerca programmi e file“: C:\Users\Nome Utente PC\AppData\Roaming oppure copia ed incolla questo: %appdata%

3) Clicca sopra il tasto “Invio” dalla tastiera.

4) Clicca con il puntatore del mouse sopra la cartella Roaming che ti apparirà in alto nell’elenco dei risultati.

5) Aperta la cartella Roaming esegui il Copia “salvando” la cartella del programma Portable che utilizzi (oppure del programma setup).