Statistiche

  • 3739218Totale Pagine:
  • 1882986Totale Visitatori:
  • 5945Visite Questo Mese:
  • 494Pagine Ieri:
  • 226Visite Ieri:
  • 278Pagine Oggi:
  • 124Visite Oggi:
  • 15Utenti Collegati:
  • 02/02/2009Partito Dal:

  Top Scaricati

  Forum: Ultimi Messaggi

Portable Revo Uninstaller Pro
Unofficial Portable CCleaner Pro
Interactive Calendar PortableNAMP

  Forum: Ultim Argomenti

Portable Revo Uninstaller Pro
Interactive Calendar PortableNAMP
EssentialPIM Pro portatile
Glary Utilities portatile
30/11/2022

NAMP

Official Website

Scie Chimiche: Non È Condensazione! (2019)

Look UP Wake UP: Guarda In Alto (22/06/2019)

NAMP Non si trattiene più! Basta con le falsità dei Troll in giro per il Web. Basta, col dire che sono scie di condensazione! Condensazione un cazzo! Sono anni che NAMP pubblica video, articoli sulle scie chimiche. Quello che accade in Italia, in questi giorni, forti precipatizioni, solo un illuso può imputare questo al solo surriscaldamento globale. O meglio, in parte è vero ma bisogna dirla tutta la verità. Infatti, coloro che spruzzano le scie chimiche sono alleati, in buona parte, al surriscaldamento della Terra. Mi sono rotto i coglioni, nel senso della Parola, leggere ancora oggi, 2019, che sono scie di condensazione.

Se ancora ce ne fosse il bisogno (tutti i governanti sono complici di omicidio dovute alle scie chimiche senza sè e senza mà!):

– La scia di condensazione è dovuta al rapido raffreddamento dei gas di scappamento dei motori, i quali immettono nell’atmosfera, già molto umida, una quantità di vapore acqueo e nuclei di condensazione sufficienti a provocare il fenomeno. Normalmente si riscontrano oltre gli 8 000 m, dove la temperatura dell’aria tende ad essere molto bassa, inferiore a -40 °C. Si manifestano sulla scia dell’aereo quando questo vola in aria molto umida e instabile. La temperatura dell’aria più favorevole è quella compresa fra -25 °C e -40 °C. Non si manifestano immediatamente dietro l’aereo, occorrendo un certo intervallo di tempo prima che l’aria calda immessa nell’atmosfera si porti al livello di condensazione. La scia di condensazione svanisce in tempi relativamente bassi che si aggirano da alcuni secondi a qualche minuto dal passaggio di un aereo.

– Dalla rapida condensazione in ghiaccio del vapore acqueo presente nei gas di scarico del velivolo durante la navigazione in alta quota dove la temperatura esterna è molto bassa. La persistenza e l’espansione di tali scie dipende dalla presenza di sufficiente umidità ad alta quota. La temperatura dell’aria più favorevole è quella compresa fra -25 °C e -40 °C. – Umidità relativa non inferiore al 70% – Altitudine superiore agli 8000 metri.

– “Alla luce di quanto riportato, informazioni utili per svolgere alcuni ragionamenti logici, la domanda viene spontanea: perchè in cielo queste scie di condensazione si verificano a qualsiasi quota, umidità, ambiente circostante differente e permangono per svariate ore anzichè qualche minuto? La risposta è semplice, ma c’è ancora qualcuno che ha delle fette di Melanzane al posto degli occhi. Fin qui nulla da dire, ognuno pensi liberamente a quello che vuole. Però, se questo pensiero deve andare contro ogni logica e studio svolto da scienziati fisici, bhè, allora non mi trattengo e voglio che al ragionamento ci arrivi seconda una logica oggettiva.

Le scie chimiche esistono senza sè e senza mà. Perchè se così non fosse allora sorge un enorme Problema: ciò che si legge nei libri scolastici è falso!”

Scie Chimiche: 41 Scatti Eseguiti Da NAMP (Video 2019): https://numerico.altervista.org/ALBERCLAUS/?p=50437

Visualizzato 6740 Volte

Video Che Possono Interessarti